3° INTERVENTO

SOVRAINDEBITAMENTO. A CHI RIVOLGERSI

Descrizione del progetto:

Intervento volto, da un lato, ad orientare il cittadino a rischio sovraindebitamento o sovraindebitato in ordine ai servizi a suo supporto, sia da parte di soggetti pubblici che privati, al fine di prevenire tanto il fenomeno del sovraindebitamento che quello dell’usura, dall’altro, ad assisterlo nella risoluzione della problematica del sovraindebitamento, mediante attività di consulenza e assistenza, per il tramite dei canali online e degli sportelli fisici, di cui l’Associazione dispone.

LA GUIDA AL SOVRAINDEBITAMENTO
I tuoi bisogni al centro

Sovraindebitamento: i rimedi della Legge 3/2012.
Scarica la Guida informativa MDC, dedicata ai consumatori e alle loro famiglie, che non riescono più a pagare le rate di mutui, prestiti, cartelle, imposte o che sono diventati incapienti.
Scopriremo cosa sono l’esdebitazione, il sovraindebitamento familiare, la meritevolezza, l’incapienza, il piano del consumatore, l’organismo di composizione della crisi, le novità in arrivo e tutto ciò che occorre sapere sui rimedi della Legge 3/2012.

SCARICA GUIDA

ALTRE RISORSE UTILI

FONDAZIONE ANTIUSURA

APRI SCHEDA

CARITAS DIOCESANA

APRI SCHEDA

SPORTELLI MDC

APRI SCHEDA

I RIMEDI DELLA LEGGE N.3/2012 CERCHIAMO DI CAPIRCI UN PO’ DI PIÙ!

Qual è lo scopo della Legge 3/2012?
La Legge 3/2012 è una legge che aiuta chi, nonostante gli sforzi, non riesce o ha difficoltà a pagare i propri debiti, permettendo di esdebitarsi, cioè di cancellare il debito che non si può pagare.

Chi è il Sovraindebitato?
Viene considerato “sovraindebitato” colui che per motivazioni di qualsiasi natura non riesce a far fronte ai debiti e non dispone di “patrimonio prontamente liquidabile” per onorare il debito scaduto. La legge 3/2012 aiuta anche il sovraindebitamento familiare.

Cosa si intende per “meritevolezza”?
La Legge n. 3/2012 tutela gli indebitati solo se «meritevoli» ovvero a condizione che il consumatore non abbia generato il proprio stato di sovraindebitamento per colpa grave, mala fede o frode. Mentre, il debitore-imprenditore, per accedere all’accordo di composizione, non deve aver commesso atti diretti a frodare le ragioni dei creditori.

Quali procedure prevede la Legge 3/2012 per risolvere il sovraindebitamento?
La legge n. 3/2012 prevede quattro distinte procedure. Tutte sono finalizzate all’esdebitazione (liberazione dai debiti insostenibili) del debitore che ha contratto troppi debiti rispetto alle proprie possibilità attuali:
– Piano del Consumatore;
– Accordo di composizione della crisi;
– Liquidazione controllata del sovraindebitato o liquidazione del patrimonio;
– Esdebitazione del debitore incapiente. Nel caso particolare di un debitore senza patrimonio e senza redditi stabili, è possibile accedere, in questo caso una volta sola nella vita, alla cancellazione di tutti i debiti senza versare nulla.

Cosa occorre fare per attivare i rimedi della Legge 3/2012?
L’accesso ai rimedi previsti dalla Legge n. 3/12 prevede la necessità di contattare un Organismo di Composizione della crisi da sovraindebitamento OCC. L’OCC competente a cui rivolgersi è quello che ha sede nel circondario del tribunale del luogo di residenza.

Legge 3/2012, cosa accade ai debiti con il Fisco?
La legge 3/2012 rende possibile l’esdebitazione anche in presenza di debiti con il fisco.

PER APPROFONDIRE CONSULTA LE NOSTRE “SCHEDE INFORMATIVE”

“Realizzato/acquistato/condiviso nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Umbria con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2020”

SCHEDE INFORMATIVE

APRI SCHEDE
© Copyright 2022 - Movimendo Difesa del Cittadino - Sviluppato da OGS Informatica
Open chat
Hai bisogno di aiuto?
MDC Umbria
Ciao, come possiamo aiutarti?