Il Vademecum anticontraffazione proposto dalle associazioni consumatori

Il Vademecum anticontraffazione proposto dalle associazioni consumatori

I prodotti contraffatti sono dannosi per l’economia del Paese, per la spesa familiare e per la stessa salute delle persone, soprattutto quando si tratta di farmaci o prodotti di bellezza; addirittura pericolosi come nel caso di elettricità, giocattoli, fuochi d’artificio.

Il rischio di comprare prodotti fasulli è presente in varie filiere e canali di vendita, a volte senza che sia molto evidente l’origine illecita dei prodotti e la loro natura truffaldina. I canali più diffusi per le vendite taroccate sono i mercatini all’aperto, come bancarelle o le spiagge, oppure all’opposto i canali più sofisticati come internet. A volte si registrano proposte di prodotti contraffatti all’interno di negozi o catene di supermercati appartenenti alla distribuzione regolare. In questi casi, per fortuna non molto frequenti, anche il venditore potrebbe essere stato vittima del raggiro.

Da anni il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti (CNCU) collocato nel MISE e le associazioni nazionali di consumatori che ne fanno parte realizzano progetti di informazione e sensibilizzazione sulla contraffazione e sulla opportunità e convenienza di acquistare sempre prodotto originali.

Prodotti contraffatti, i consigli per difendersi dalle truffe

Proprio “Io sono originale” e “Io compre originale” sono stati chiamati alcuni progetti realizzati a livello nazionale dal CNCU. E le regole che seguono per allertare i consumatori sono frutto del lavoro delle associazioni. Vediamo i più importanti di questi consigli, che possono essere approfondite più ampiamente sui siti delle associazioni consumatori e del MISE.

– Evitare di comprare prodotti troppo economici; un prezzo troppo basso può essere invitante ma è indice di scarsa qualità; può sembrare un’occasione e invece si compra un prodotto che non dura, e si deteriora molto prima dell’originale.

– Rivolgersi sempre a venditori autorizzati, che offrono evidenti garanzie sull’origine della merce; diffidare di prodotti generalmente commercializzati attraverso canali ufficiali di vendita che vengono proposti per strada o sulla spiaggia da venditori irregolari, in banchetti e mercatini improvvisati, ecc.

– Avvalersi, prima di eseguire acquisti di rilevante valore, della consulenza di persone che abbiano maggiore conoscenza del prodotto.

– Controllare sempre le etichette dei prodotti acquistati (l’etichetta è la loro “carta d’identità”) e diffidare di quelli con scritte minuscole o poco chiare o privi delle indicazioni d’origine e del “marchio CE”; le etichette più corrette sono quelle che garantiscono la migliore conoscenza del prodotto: trasparenza del marchio, processo produttivo, luogo di produzione e caratteristiche.

– Acquistare solo prodotti in confezioni e con imballaggi integri, con il nome del produttore, assicurandosi della loro provenienza e di eventuali marchi di qualità o certificazione.

– Prestare cautela per le vendite effettuate “porta a porta”: se non si ricevono notizie precise sull’identità e sui recapiti (telefono, domicilio ecc.) del venditore, è possibile che si tratti di prodotti contraffatti.

– Porre attenzione all’acquisto di prodotti proposti su internet o da programmi televisivi, soprattutto nei casi in cui non sia prevista la possibilità di prendere visione della merce prima dell’acquisto e restituirla una volta ricevuta.

 

Attività realizzata/bene acquistato dall’Associazione MDC-Perugia con il contributo della Regione Umbria “Programma annuale 2020 per la tutela dei consumatori e degli utenti” comma 2, art. 6, l.r. 17/2014”.

© Copyright 2022 - Movimendo Difesa del Cittadino - Sviluppato da OGS Informatica
Open chat
Hai bisogno di aiuto?
MDC Umbria
Ciao, come possiamo aiutarti?